PRESENTAZIONE GINNASTICA ARTISTICA


La ginnastica artistica è una disciplina della ginnastica e uno sport olimpico, sia maschile sia femminile.

 

Gli attrezzi della sezione femminile sono: corpo libero con accompagnamento musicale, trave, volteggio e parallele asimmetriche mentre la ginnastica artistica maschile ha: corpo libero senza accompagnamento musicale, cavallo con maniglie, anelli, volteggio, parallele e sbarra.

 

 Il corpo libero femminile è accompagnato dalla musica; l'esercizio è un mix di elementi acrobatici e di movimenti di danza. I vari movimenti variano a seconda del tempo e dell'intensità della musica, muovendosi su di una pedana quadrata 12 metri per lato. Qualità artistica, qualità acrobatica, individualità, originalità e padronanza del corpo sono i principali ingredienti per un ottimo punteggio.

 

Gli esercizi al corpo libero maschile invece sono composti principalmente da salti acrobatici combinati con altri elementi ginnici come: parti di forza e di equilibrio, movimenti di souplesse, verticali, combinazioni coreografiche che compongono un insieme armonioso e ritmato, eseguito su tutta la superficie della pedana.

 

Il volteggio consiste in una pedana per la rincorsa di una tavola d’appoggio dell’altezza di 125 cm per le femmine e 135 cm per i maschi (tappetatura per i campionati promozionali). Ogni volteggio si esegue con una rincorsa, seguita da una battuta a piedi pari sulla pedana ed una breve fase di appoggio di una o due mani sulla tavola o tappetatura. Il corpo sia nella fase di volo sia durante l’arrivo al suolo deve essere ben controllato.

 

La trave è forse la specialità più difficile della ginnastica artistica femminile. La trave, larga 10 cm e lunga 5 m, posta ad un'altezza variabile dai 50 cm per i programmi promozionali ai 105 cm dal bordo superiore dei tappeti per i programmi avanzati e i campionati federali. Gli esercizi devono includere una serie di elementi acrobatici, come salti, giri, passi combinati tra loro. L'atleta deve utilizzare la lunghezza dell'attrezzo, esprimendo allo stesso tempo eleganza, flessibilità, sicurezza e controllo.

 

Le parallele asimmetriche si compongono di due sbarre, chiamate staggi, in fibra di vetro ricoperte da un leggero strato di legno e poste parallelamente a diverse altezze. Lo staggio inferiore si trova ad un' altezza di m 1,50 dal bordo superiore dei tappeti, mentre lo staggio superiore è collocato a m 2,30 dal bordo superiore dei tappeti. L'esercizio si compone di salti, rotazioni, passaggi da uno staggio all'altro e si conclude con un elemento acrobatico che deve essere controllato al contatto con il suolo.

 

Un moderno esercizio maschile alle parallele pari è composto, soprattutto da movimenti di slancio e con fasi di volo, scelti fra quelli disponibili nei diverso gruppo di elementi ed eseguiti con differenti passaggi dall'appoggio alla sospensione in modo tale da riflettere il grande potenziale di questo attrezzo. La lunghezza degli staggi è di m. 3.50 e la loro altezza è di m. 1,80 dal bordo superiore dei tappeti.

 

Il cavallo con le maniglie è alto m. 1,05 dalla sommità dei tappeti ed ha due maniglie collegate al corpo dell’attrezzo ad una distanza che può variare da 40 a 45 cm l'una dall'altra. Un moderno esercizio é caratterizzato dalla esecuzione di movimenti pendolari e dalle più diverse forme di movimenti circolari con gambe unite o divaricate, eseguiti in appoggio su tutte le parti del cavallo.

 

Gli anelli sono appesi ad una struttura tramite cavi e cinghie sino ad arrivare ad una altezza dal suolo di m. 2,80 (m. 2,60 dal bordo superiore dei tappeti).Elementi di slancio, forza e posizioni statiche, ripartite in numero quasi uguale, formano il contenuto dell’esercizio agli anelli. In una ginnastica dove predomina il lavoro con braccia tese, questi elementi sono eseguiti in sospensione, in appoggio o in verticale

 

La sbarra ha una lunghezza di m. 2,40 ed è posta a m. 2,60 di altezza dal bordo superiore dei tappeti. L’esercizio é una presentazione dinamica del collegamento di elementi di slancio, rotazioni e di elementi volanti eseguiti senza arresto, vicino e lontano dalla sbarra con diverse impugnature in modo da dimostrare le numerose possibilità esistenti a questo attrezzo. L’uscita dall'attrezzo è una parte importante nel punteggio totale dell’esercizio e, di solito, è acrobatica e spettacolare.

 

La Sezione di Ginnastica Artistica MSP Italia è gestita dal Responsabile Nazionale Maria Francesca Fiorellini Bernardis, istruttore FGI di terzo livello con master nazionali sulla coreografia a trave e sugli avvitamenti tenutosi nel 2013.

 

La parte IT della medesima sezione è gestita da Sabrina Mecozzi, giudice FGI e istruttore FGI, responsabile nazionale di giuria MSP Italia.

 

Responsabile Nazionale dei tecnici: Martina Consoli, Istruttore FGI.