DANZA AEREA

L'acrobatica aerea è un'attività svolta con attrezzi specifici, che hanno come punto comune l'essere sospesi a diversi metri da terra, a diverse altezze, eseguendo figure statiche e dinamiche a seconda dell'attrezzo utilizzato.

Da molti anni, maggiormente nelle associazioni di ginnastica, si pratica questo tipo di attività.

Essa è una disciplina molto antica conosciuta soprattutto come arte circense, ma le sue origini sembrano abbracciare anche la scuola militare e la ginnastica artistica.

Questo coinvolgimento è stato studiato e documentato in Italia grazie alla scuola moderna di Torino, prima società sportiva del nostro paese ricchissima di storia.

Tramite documenti e fotografie si è testimoniato che gli attrezzi utilizzati nelle discipline circensi sono in realtà una derivazione degli attrezzi utilizzati nella ginnastica moderna.

Tra le molteplici discipline aeree troviamo:

 

- Il trapezio: utilizzato anticamente nelle piazze dai saltimbanchi, a partire da metà del 1800 lo vediamo ufficialmente nella versione dei giorni d'oggi;

 

- il cerchio aereo, diretta derivazione del trapezio, arriverà successivamente come evoluzione artistica;

 

- la corda aerea è un attrezzo molto antico, spesso utilizzato da ginnasti e da militari che, con il passare degli anni, si evolve sempre più sia nei materiali sia nelle tecniche di utilizzo fino ad arrivare ad essere anche una disciplina aerea;

 

- il tessuto aereo invece, a differenza di tutti i precedenti attrezzi, è molto recente ed è stato inventato alla fine del 1900 da Gerard Fasolì, attuale direttore del centro nazionale di arti circensi francese; tale attrezzo è stato presentato per la prima volta al pubblico durante il festival del “cirque de demain” circa nel 1996.

 

La danza aerea è tra le attività più complete, in quanto si usa tutto il corpo per arrampicarsi e per mantenere molte pose; altro fattore fondamentale è la totale concentrazione da mantenere durante tutto il tempo dell'esecuzione.

La danza aerea è una disciplina mista dove si possono esibire sia maschi che femmine indistintamente.

 

Questa disciplina è stata riconosciuta in Italia dalla federazione ginnastica italiana entrando a far parte, da pochissimi anni, della sezione salute e fitness della stessa.